visivo

Contrariamente al folklore popolare, l’ipnosi non è una forma di sonno e questo malinteso non è aiutato dal fatto che gli studi sull’ipnosi tipicamente etichettano la condizione di controllo  come “stato di veglia”.

In ogni caso, Oakley e Halligan dicono che nuove scoperte sulle  immagini del cervello supportano la tesi che l’ipnosi sia una diversa forma di coscienza. Dopo un’efficace induzione ipnotica, che richiede l’uso di strategie mentali per raggiungere “uno stato di attenzione focalizzata e assorta”,  i partecipanti hanno evidenziato una ridotta attività in parti del sistema di funzionamento predefinito del cervello insieme ad un aumento dell’attività del sistema prefrontale di attenzione. CONTINUA A LEGGERE

http://www.coach-4you.it/2016/03/autoipnosi-ipnosi-e-neuroscienze.html