Interessante questo notizia sull’ipnosi, vero?

Forse non lo sai, ma il Papa che affrontò il problema etico morale del ricorso all’ipnosi fu papa Pacelli Pio  XXII in alcune dichiarazioni ufficiali (ex cathedra) del 1957 e del 1958.

A prescindere che chi legga sia o meno cattolico, possiamo tutti riconoscere alla religione cattolica una forte  attenzione al dogma e alla moralità e quindi un placet decisamente forte.

Papa Pacelli fu un illuminato che sdoganò il “fattore etico dell’ipnosi”

anche se è vero che il suo intervento si limitò alla parte ipnotica relativa all’analgesia e a condizione che il processo ipnotico non sia indotto “con metodi preternaturali” (Padre Angelo Bellon – Amici Domenicani).  Abbastanza in disuso ed utilizzata come citazione, la parola “preternaturale” è traducibile con “non naturale”.

Se i più tecnici e competenti possono obiettare che l’approccio fu relativo all’ipnosi terapeutica analgesica, anch’essi non potranno non convergere sul fatto che, con una analisi corretta, è fatto salvo il processo di induzione ipnotica come etico ed accettabile.  La specifica Di Padre Angelo Bellon lascia forse intendere, con l’aggettivo “preternaturale”, che non siano gradite metodologie… Leggi tutto